La Storia di Pietro

 

Ciao a tutti siamo papà Antonio,mamma Rachele e sorellina Ylenia e siamo qui per raccontarvi che Dio esiste,perchè noi siamo testimoni di un Meraviglioso Miracolo di nome Pietro.
Al piccolo Pietro alla 19 esima settimana venne diagnosticata una destrocardia apparentemente isolata,non ci preoccupammo molto perchè i dottori che avevano eseguito la morfologica ci dissero che la destrocardia isolata non comporta nessun problema al nascituro.
Alla 21 esima settimana veniamo a conoscenza che l'ipotesi più probabile che a causare la dislocazione del cuore a destra sia un'ernia diaframmatica sinistra.
Da lì comincia il nostro calvario,notti insonni,giorni oscuri insomma non vedevamo soluzioni per il ns bimbo avevamo solo paura che non ce l'avrebbe fatta. L'unica frase che di continuo ricordavamo era la probabilità di vita del nostro bimbo che si aggirava intorno al 50-60%.
Le nostre uniche forze erano la conoscenza di questo sito,la speranza che il Signore ci avrebbe assistito e lo sguardo della nostra prima figlioletta la piccola Ylenia,tutto ciò ci permetteva di andare avanti e lottare.
Dico forza perchè quasi ogni giorno leggevamo e rileggevamo le storie pubblicate sul sito di bimbi che avevano superato brillantemente l'operazione a cui Pietro si sarebbe dovuto sottoporre e quindi speravamo lo stesso per il nostro bimbo.
Alla 24 esima settimana ci confermarono l'ipotesi ma non la certezza di un'ernia diaframmatica anche perchè non si riusciva a visualizzare il polmone sinistro e tutto ciò non faceva altro che ipotizzare uno schiacciamento dello stesso proprio a causa dell'ernia.
Da varie ricerche in internet venimmo a conoscenza che All'ospedale Bambino Gesù di Roma il tasso di sopravvivenza del nascituro e tra il 70-80% rispetto al 50-60% degli altri ospedali.
Così decidemmo di contattarlo per così farci seguire non più da Napoli ma da Roma.
Grazie al contatto via e-mail con il dott. Bagolan il 13 settembre ci rechiamo a Roma.
Ero alla 28 esima settimana di gestazione e l'equipe medica del Bambino Gesù è lieta di annunciarci la visualizzazione dei polmoni quindi escludono l'ipotesi di un ernia diaframmatica ma di un relaxatio diaframmatico cioè un piccolo rialzamento del diaframma.
Al colloquio ci dicono che di sicuro il bimbo dovrà eseguire un operazione per distendere il diaframma ma che non ci sarà pericolo di vita.
Da quel giorno abbiamo cominciato a sperare,ad immaginare il nostro bimbo,a pensare più positivo,a comprare il corredino che fino a quel giorno non avevamo neanche avuto la forza di pensare di poterlo comprare.
Il nuovo appuntamento con l'equipe del Bambino Gesù e la conferma o meno che il bimbo avrebbe eseguito l'operazione fu fissato per il 11 ottobre 2007,lo stesso giorno mi avrebbero eseguito una risonanza magnetica.
Il risultato della risonanza magnetica e super positivo Pietro gode di ottima salute,i polmoni sono perfettamente formati e visibili il diaframma appare integro e senza rialzamento insomma il piccolo non dovrà sottoporsi ad alcuna operazione.
Quel giorno è stato il secondo giorno più bello della nostra vita(il primo è la nascita di Ylenia),da lì abbiamo cominciato a vivere....eravamo super felici ed anche i dottori del Bambino Gesù erano entusiasti.Insieme decidiamo comunque di far nascere Pietro a Roma presso l'ospedale S.Pietro Fate Bene Fratelli.
Il 14 ottobre però sono stata ricoverata d'urgenza per liquido amniotico aumentato.
Abbiamo avuto tanta paura,sembrava fosse ritornato l'incubo,in quanto l'aumento del liquido è spesso collegato a malformazioni o comunque a qualche problema del nascituro,all'ospedale venivo sottoposta tutti i giorni a tracciati ed ecografie per avere la situazione sotto controllo perchè i dubbi che Pietro stesse perfettamente bene erano ritornati,invece anche in questo caso il Signore ci ha assistito.
Il 31 ottobre dopo 16 giorni di ricovero è nato Pietro l'ho visto solo un secondo,perchè lo hanno dovuto subito sottoporre ad esami,ecografie per assicurarsi che era sano. Dopo i vari esami i pediatra ci informano che è un bellissimo bimbo di 3480 Kg ed è più unico che raro nel senso che presenta la "Destrocardia Isolata" cioè il cuoricino a destra che non gli comporterà nessun tipo di problema.
Alle 14.30 del 31 ottobre finalmente posso abbracciare e allattare il mio meraviglioso bimbo. Solo Dio sà cosa provai in quel momento,sensazioni uniche che non potrò mai più dimenticare.
Eravamo la famiglia più felice ed una delle più fortunate al mondo testimoni di un vero MIRACOLO.
Dopo 4 giorni venimmo dimessi e ritornammo a casa.
Vi abbiamo raccontato la nostra storia che ha dell'incredibile proprio per dare speranza a tutti i genitori che si dovessero trovare in situazioni analoghe e vogliamo gridare a gran voce di non perdere mai la Fede perchè Dio esiste e come.
Oggi il piccolo Pietro ha 6 mesi e pesa 6800 Kg è solare,giocherellone,chiacchierone insomma è il centro della nostra vita.
Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicini genitori,fratelli,sorelle, parenti,amici,conoscenti i dottori....vi ringraziamo di tutto e di vero cuore.
Pietro non è solo figlio nostro ma anche vostro.
Grazie anche Sabrina e Gianluca per aver dato vita a questo bellissimo e toccante sito che è un punto di forza e di partenza per tutti coloro che vivono questo dolore.
Un grazie particolare alla cara Letizia.
Con grande affetto Rachele e Antonio

 

Da Papà Antonio:

SOLO 9 MESI FA, ERI UN MIRAGGIO,SOLO 9 MESI FA, NON AVEVO IL CORAGGIO;

SOLO 9 MESI FA,PENSAVO:E CHI MO FA FA’,SOLO 9 MESI FA,PENSAVO ALLA MIA LIBERTA’;

SOLO 9 MESI FA, NON ERI NEI MIEI PENSIERI; SI, SOLTANTO 9 MESI FA… SEMBRA IERI.

INVECE 9 MESI FA, SEI STATO IL PIU’ VELOCE!

QUANDO L’HO SAPUTO MI E’ ANDATA VIA ANCHE LA VOCE.

PAURA,GIOIA,TORMENTO E CONFUSIONE; UN TURBINIO DI SENSAZIONI,CHE EMOZIONE!

POI, LA PRIMA, LA SECONDA, LA TERZA ECOGRAFIA!

E’ MASCHIETTO! CHE ALLEGRIA,CHE FELICITA’!

“MA”!…E NELLA VITA C’E’ SEMPRE UN MALEDETTO “MA”!

…….TU, PROPRIO TU, RISCHIAVI DI NON FARCELA!

E DA QUEL MALEDETTO “MA”, TUTTO E’ CAMBIATO;

IL SOLE SI E’ OFFUSCATO, IL CUORE SI E’ FERMATO,

IL SORRISO E’ TRAMONTATO, IL DOLORE E’ COMINCIATO!

E POI MESI DI ANGOSCIA E DOLORE!ALLA RICERCA DEL GIUSTO DOTTORE,

LE LACRIME SCENDEVANO, I GIORNI PASSAVANO,OTTOBRE ERA VICINO….

……………E TU, ORMAI ERI GIA’ UN BAMBINO!

IO,TUA MAMMA E I TUOI CARI, NON ABBIAMO MAI SMESSO DI LOTTARE E SPERARE!

…..E QUANDO TUTTO MI SEMBRAVA CROLLARE….

L’ULTIMA ECOGRAFIA DICEVA CHE CE LA POTEVI FARE!

MESI DI INCUBO E TERRORE, CANCELLATI IN POCHE ORE!

RINGRAZIO DIO PER AVERMI DONATO QUESTO DOLORE,

PERCHE’ QUESTO LACERANTE DOLORE, MI HA APERTO DEL TUTTO IL CUORE

E HO CAPITO QUANTO FOSSE GRANDE PER TE IL MIO AMORE!

PERCHÉ ORA SO COMMUOVERMI, SOGNANDO UN TUO SORRISO,PERCHÉ ORA MI INTENERISCO IMMAGINANDO UN TUO SGUARDO,PERCHÉ ORA SO PIANGERE  PENSANDO AL TUO PIANTO.

VORREI TANTO CHE QUALCUNO MI DICESSE, CHE SONO IL PADRE GIUSTO PER TE!
VORREI TANTO PROMETTERTI CHE CON ME SARAI FELICE,
VORREI TANTO SAPERE, DI ESSERE NEL TUO CUORE, COME TU LO SEI PER ME,
……..MA MI BASTA PENSARE CHE TU CI SEI !

E CHE  TI ACCONTENTERAI DI UN PAPÀ CHE TI AMERÀ AL DI LÀ DI OGNI COSA,
CHE IMPARERÀ A FARLO CRESCENDO CON TE,
CHE TI AIUTERÀ A COMPRENDERE IL TUO PASSATO PER CAPIRE IL TUO FUTURO,

PERCHE’ PER  TE PROVO UN AMORE SENZA PRETESE, UN AMORE INCONDIZIONATO!

……. PIETRO, COSI’ TI HO CHIAMATO!

PIETRO, COME LA FAMOSA PIAZZA,COME IL FAMOSO SANTO..E COME….

…… IL MIO PAPA’, CHE DA LASSU’ SON CERTO TI PROTEGGERA’!……

PIETRO, YLENIA, RACHELE, RICORDATE CHE SE IO  DOVESSI DECIDERE COME TRASCORRERE IL MIO ULTIMO GIORNO DI VITA,LO TRASCORREREI ABBRACCIATO A VOI FINO ALL'ULTIMO BATTITO DEL MIO CUORE CHE HA PULSATO FINO A QUEL MOMENTO PER UN SOLO MOTIVO…….. …………E QUELLO, SIETE VOI!